La Memoria non è solamente un elemento cognitivo.

La Memoria è sentimento, emozione

Tante persone hanno timore ad accettare il ricordo, legato a situazioni o persone del passato e quindi andate via per sempre.

Ci hanno inculcato che la tristezza va combattuta, eliminata andando avanti, andando oltre, senza fermarsi per potersi leccare le ferite. Ma superare non significa semplicemente andare oltre. Elaborare non significa semplicemente razionalizzare. Le emozioni non sono mai cattive, di per sé. Il fatto che certe emozioni possano dare origine ad azioni negative dipende da una scelta, non dall’inevitabilità dell’istinto. La vita è una grande opportunità di crescita, di miglioramento di sé, di conoscenza della realtà e dell’Altro. Non è certamente una passeggiata senza ostacoli o senza tratti faticosi da percorrere. Non esiste vita senza ferite, come non esistono l’onnipotenza e l’invulnerabilità. Accettare la propria fragilità permette di gestirla, permette di imparare a difendersi per proteggersi dai colpi che possono essere inferti da persone o da eventi dolorosi.

Così come impariamo a prenderci cura delle ferite fisiche, fino a farle rimarginare, allo stesso modo dobbiamo prenderci cura delle ferite della nostra anima, fino a farle guarire.

La guarigione però non significa la sparizione della cicatrice

I segni lasciati dalle nostre ferite sono i segni che il tempo vissuto ci ha lasciato in ricordo delle esperienze che abbiamo vissuto e che ci hanno permesso di diventare quello che siamo. Della nostra storia, dei sentimenti che abbiamo vissuto, delle situazioni che abbiamo sperimentato, ci rimane la Memoria. Il Tempo addolcisce e ci permette di lasciar andare fardelli di rabbia, di angoscia o di sofferenza.

Rimane la nostalgia, la malinconia, avvolta nella musica dolce di un abbraccio tenero che possiamo dare alla nostra anima. Ci possiamo così permettere il tepore di una lacrima e il brivido dell’assaggio di una sensazione di eternità.

La dolcezza della Memoria
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *